Qualità vs Quantità

🫰🏻

Il PM felice del suo completo 💁

Era una di quelle giornate in cui la voglia di fare shopping ti fa formicolare tutto il corpo: “Sabato andiamo da «negozio fast fashion xyZ»” avevo scritto alla mia compagna (dove «negozio fast fashion xyZ» sta per una famosissima catena di negoZi).

Budget alla mano, ben 100€, e dita incrociate 🤞

Parcheggiato. Era il mio momento, il formicolio mi faceva correre a destra e sinistra.

Se di fronte al menù del ristorante posso passarci i secoli senza decidere cosa mangiare, appena entro in un negozio di abbigliamento mi trasformo in una macchina da guerra. In 5 minuti avevo già l’avambraccio pieno di vestiti e, agganciati al polso, altrettanti appendiabiti.

Questo sì, questo no, questo completo è proprio quello che cercavo – peccato per il tessuto che attira anche i peli che il nostro gatto ha perso l’anno scorso.

Avevo speso 119€, comprando 3 capi:

  • una polo sintetica, 49€
  • un completo, camicia e pantalone nero, sintetico 35€ +35€

Sì, praticamente ero diventato l’omino Michelin, mi ero vestito di plastica. Un report di Greenpeace dice che oltre il 60% delle fibre tessili usate per produrre i nostri abiti derivano dalla raffinazione di idrocarburi come gas e petrolio.

Com’è andata a finire?

Dopo un utilizzo e un lavaggio, la polo è diventata cropped e mette in mostra il mio bell’ombelico. Ma non finisce qui, è anche venuta fuori una macchia bianca sulla spalla che non si riesce a levare nemmeno col fuoco. Il completo, invece, dopo il primo giro in lavatrice è uscito con un centinaio di pallini di tessuto.

Il risultato? Ho speso 119€ per mettere UNA VOLTA 3 capi.

E’ stata l’ultima volta che ho acquistato da «negozio fast fashion xyZ», e più generalmente in qualunque altro negozio che vende prodotti fast fashion.

Non sono un’economista, ma a mie spese ho imparato a diventare più saggio.

Seguitemi nel ragionamento:

119€ diviso 3 capi = 40€

Diviso per il numero di utilizzi (1) = 40€.

Questa cifra possiamo considerarla il suo COST PER WEAR (costo per utilizzo).

Ed ecco svelato il trucco sotto la falsa promessa del “fast fashion conveniente”.

Un case study di Vestiare Collective dimostra che, se analizzati in base al loro utilizzo, i capi pre-loved saranno più economici del 33% nel lungo periodo rispetto ad articoli di fast fashion nuovi.

Quando diamo un valore maggiore a qualcosa, ce ne prendiamo cura e lo conserviamo più a lungo. Ho una storiella per spiegarvi anche questo:

L’autunno scorso ho fatto shopping da un negozio ora affiliato a JustinShop. Ho speso 129€ per il pantalone e 189€ per il blazer, per un totale di 318€. Un completo handmade fatto con tessuti di qualità e dallo stile informale.

L’ho messo già 4 volte, lavato 2, ed è perfetto e bellissimo, è indubbiamente il mio completo preferito.

Rifacciamo i conti insieme:

318€ diviso 2 = 159€

Diviso per il numero di utilizzi fa esattamente (giuro che è una fatalità) 40€, il CPW di cui parlavamo prima.

Traiamo due conclusioni velocissime:

  • nel primo caso, ho foraggiato una tra le industrie più inquinanti del pianeta, con un risultato pessimo
  • nel secondo caso, ho contribuito allo sviluppo del nostro territorio, e non vedo l’ora di avere una nuova occasione per fare acquisti in quel negozio

Dunque, la prossima volta che ti trovi di fronte alla tentazione di risparmiare denaro acquistando un articolo a basso costo, considera il valore a lungo termine di un investimento in qualità.

Tutto il senso del fast fashion sta nel nome: la sua natura effimera fa sì che questi capi vengano indossati meno e gettati più in fretta.

Comprare consapevolmente potrebbe finire per risparmiarti denaro – e stress – nel lungo periodo.

Bacetti,

Nik

Condividi su

Altre Newsette

Expo Riva Schuh

Team JiS, una parte🧡 E anche questo evento è andato Siamo pronti per condividere tutte le emozioni, le ansie, i ritardi, le risate, le emozioni

Read More »

Perché investire nel nostro progetto?

Con il tuo investimento puoi aiutare le botteghe del territorio e moltiplicare il tuo capitale fino a 10 volte già dopo 5 anni!